Il quinto evangelo


copIl compianto Giacomo Biffi, è stato arcivescovo di Bologna e cardinale. Scrittore sagace e grande interprete dei segni dei tempi, ha mostrato di essere un grande testimone della fede. Tra i suoi scritti figura il libro che oggi vi presento: «Il quinto evangelo».
Si tratta di un immaginario vangelo apocrifo, scoperto casualmente da un personaggio d’invenzione, il commendator Migliavacca, amico del Biffi, che lo scopre durante un suo pellegrinaggio a Gerusalemme.
Si tratta di trenta frammenti che, al di là della finzione narrativa, illustrano alcuni aspetti dell’insegnamento di Gesù, spesso contestati dagli stessi cristiani. Questi frammenti, attraverso la chiave di lettura ironica del cardinale, c’inducono a riflettere sulla nostra fedeltà a Cristo Signore.
Scrive Biffi: «spesso le verità cristiane sono contestate dagli stessi credenti. Di fronte a queste contestazioni sono costretto a osservare: “Ma guarda che nei discorsi di Gesù c’è proprio il contrario di quello che tu dici”. E qualche volta aggiungo: “Forse non abbiamo tra le mani lo stesso vangelo …”».

Annunci

Informazioni su donseb

Salve! Sono Don Sebastiano, sacerdote della Diocesi di Tivoli.
Questa voce è stata pubblicata in Libro consiglio. Contrassegna il permalink.